Roma, (askanews) - La polizia francese ha perquisito i locali dell'arcivescovo di Lione, in Francia, in seguito all'inchiesta sui casi di pedofilia che sarebbero stati commessi da due sacerdoti nella diocesi guidata dal cardinale Philippe Barbarin.Il cardinale francese è finito nel mirino dell'inchiesta con l'accusa di aver coperto gli abusi di due sacerdoti pedofili: il primo, padre Bernard Preynat, è accusato da un gruppo di ex scout; l'altro, padre Jérome Billioud, è accusato da un uomo che ha sporto denuncia contro lo stesso Barbarin."Il cardinale Barbarin ha espresso in più occasioni la sua intenzione di collaborare in tutta trasparenza con la giustizia: resta a disposizione con fiducia", ha commentato in una nota la diocesi di Lione. "Il porporato rinnova l'auspicio che la giustizia possa agire nella serenità indispensabile nei confronti della verità e nel rispetto della sofferenza delle vittime".