Rho, (askanews) - Da Roma a Gerusalemme a piedi per portare un messaggio di pace. Si chiama Peacewalk l'iniziativa di Paul Haines, ex designer della BBC che da 5 anni ha iniziato a camminare per l'Europa sulle strade dei pellegrini: da Santiago di Compostela, sino al viaggio Londra-Roma lo scorso anno, ambizioni e percorsi sono cresciuti. Partendo a fine luglio, Paul vuole raggiungere Gerusalemme a dicembre: ma prima ha fatto tappa per 5 giorni all'Expo di Milano. Nello zaino ha un quaderno, dove raccoglie i messaggi di chi incontra, e un calice della natia Cornovaglia. "Sono venuto a Expo per parlare a persone di ogni Paese rappresentato qui, chiedere loro una parola di pace, di scriverla sul mio libro, per farli riflettere sul tema" ha detto ad askanews.Il suo viaggio passa da Assisi, poi in Bosnia e Croazia, con tappa a Medjugorje, in Albania e in Macedonia e Grecia, nelle isole greche sino alla Turchia e in traghetto verso Cipro, e infine in Israele e Palestina. "In questo periodo con tante guerre e terrore, Gerusalemme è uno dei posti più forti in cui andare, dove molte religioni convivono. È un posto importantissimo per la pace, che spero da qui si diffonda".In passato le vie dei pellegrini transitavano per Siria e Libano, zone diventate troppo pericolose: per questo Paul Haines ha scelto una strada che, per coincidenza, è quella che percorrono migliaia di migranti in fuga dalla guerra. "In qualche modo faccio il percorso contrario. Lo scorso anno ho incontrato alcune persone che sono arrivate in Italia: scappano da qualcosa di terribile, spero il mio messaggio dia loro conforto ma non so se potrò aiutarli".Il cammino di Paul non ha connotazioni politiche o religiose, parla a tutti ma in particolare ai potenti del mondo, gli unici che possono cambiare le cose: molti hanno lasciato parole profonde sul sito peacewalk2015. "I leader sembrano dimenticare i loro ideali, la guerra a volte sembra una risposta più semplice, la pace è più difficile ma dobbiamo lavorarci".Il cammino di Paul Haines è legato a due associazioni benefiche: Children of Peace a UK, che si batte per la risoluzione dei conflitto in Medio Oriente, e Postcards for Peace, che vuole migliorare la vita di chi è vittima di violenza e pregiudizi.