“Stiamo valutando, anche su richiesta della stessa organizzazione, una chiusura permanente notturna, perlomeno nelle ore che vanno da mezzanotte alle sei”. Lo dice il prefetto di Brescia, Valerio Valente, parlando delle passerelle di Christo sul lago d'Iseo intervenendo ad Effetto Giorno, su Radio 24. “Questo - spiega - perché da una parte l'opera si sta usurando più del previsto: i 270mila spettatori hanno prodotto un'usura dell'opera che è pari a quella che l'artista immaginava a metà dell'esposizione e quindi si rende necessario intervenire con rammendo o sostituzione del telo in alcuni punti. Dall'altra, il sindaco di Monte Isola ha delle esigenze di igiene pubblica, di svuotamento e pulizia dell'isola che non riescono ad essere garantite in costanza di visita di queste migliaia di persone”. Per quanto riguarda la gestione di quello che definisce come “un fiume che da qualche parte deve trovare sbocco”, il prefetto si dice piuttosto soddisfatto: “Devo dire che però il bilancio dopo questi quattro giorni è un bilancio positivo anche dal punto di vista dell'organizzazione, perché al di là delle attese il sistema ha funzionato, anche con interventi spot che si sono resi necessari sulla base della contingenza”.