Milano (askanews) - Rilanciare il centrodestra per rilanciare poi l'Italia: è questo l'obiettivo che si pone la convention "Energie per l'Italia, Idee per riaccendere il Paese" promossa allo spazio Megawatt di Milano da Stefano Parisi, già candidato sindaco contro Beppe Sala, incaricato da Silvio Berlusconi di rilanciare Forza Italia. E il suo punto di partenza è il rifiuto di alchimie politiche di piccolo cabotaggio.

"Qui non parliamo di strategie - ha detto Parisi ai cronisti - qui parliamo di contenuti. Credo che la cosa importante sia affermare con forza un nuovo programma per il centrodestra, noi stiamo contribuendo a questo, non c'è nessuna strategia".

Nell'elenco dei relatori della prima giornata diversi esponenti della società civile vicini all'area liberale di centrodestra. Ma anche uomini politici nazionali come il capogruppo alla Camera dei deputati di Area Popolare Maurizio Lupi.

"E' un'occasione importante per noi per ascoltare - ha detto-. La politica se vuole tornare a essere protagonista deve ripartire dalla gente, dalle idee, da energie che possano riaccendere il Paese. Quindi per questo mi sembra un tentativo da guardare con attenzione e molta simpatia. Ognuno può dare il proprio contributo, orgoglioso della propria storia, delle scelte politiche che ha fatto, ma con l'obiettivo di poter permettere agli italiani di scegliere per e non contro, di scegliere anche una proposta liberal-popolare moderata che sia credibile e che sia seria".