Milano, 9 dic. (askanews) - "Apritemi le porte della giustizia": Papa Francesco ha inaugurato solennemente il Giubileo della misericordia con l'apertura della porta santa di San Pietro. Il primo fedele a varcare la soglia dopo Bergoglio è stato il suo predecessore Benedetto XVI.Le imponenti misure di sicurezza attorno al Vaticano per il timore di attentati terroristici non hanno impedito a decine di migliaia di fedeli di affluire a San Pietro. No fly zone nei cieli di Roma, poliziotti e carabinieri in tutta la città, via della Conciliazione bloccata al traffico e transennata.Presenti in piazza San Pietro le massime autorità italiane, a partire dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, tra i primi a passare dalla Porta Santa, e il premier Matteo Renzi."Dobbiamo anteporre la misericordia al giudizio, e in ogni caso il giudizio di Dio sarà sempre nella luce della sua misericordia", ha detto Papa Francesco nell'omelia della messa di apertura del giubileo della misericordia: "Abbandoniamo ogni forma di paura e di timore, perché non si addice a chi è amato".In serata circa 100mila persone hanno assistito a "Fiat Lux", lo spettacolo di luci sulla cupola di San Pietro con la proiezione di scatti d'autore che rappresentano il creato in tutta la sua bellezza, ma anche i problemi che affliggono il pianeta, dall'inquinamento al cambiamento climatico.