Città del Vaticano, (askanews) - "Ho deciso di indire un Giubileo straordinario che abbia al suo centro la misericordia di Dio. Sarà un Anno Santo della Misericordia". E' l'annuncio fatto da Papa Francesco nel secondo anniversario della sua elezione, durante l'omelia della celebrazione penitenziale a San Pietro. Il Giubileo della misericordia ha detto Bergoglio, avrà inizio con l'apertura della Porta Santa in San Pietro nella solennità dell Immacolata Concezione 2015, l'otto dicembre, quindi, e si concluderà il 20 novembre 2016 con la solennità di Nostro Signore Gesù Cristo, Re dell'Universo.L'apertura del Giubileo avverrà nel cinquantesimo anniversario della chiusura del Concilio Ecumenico Vaticano II, nel 1965, e acquista per questo un significato particolare spingendo la Chiesa a continuare l'opera iniziata con il Vaticano II.Il Papa ne ha affidato l'organizzazione al Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione.Gli Anni Santi ordinari celebrati fino ad oggi sono stati26. L ultimo è stato quello del 2000. Ma la consuetudine diindire giubilei straordinari risale al XVI secolo.La misericordia è un tema molto caro a Papa Francesco. Già nel primo Angelus dopo la sua elezione, diceva: "Sentire misericordia, questa parola cambia tutto". E ancora: "Abbiamo bisogno di capire bene questa misericordia di Dio, questo Padre misericordioso che ha tanta pazienza". Una parola ripetuta tante volte in molte omelie. E dopo l'annuncio del Giubileo ha aggiunto:"Lo vogliamo vivere alla luce della parole del Signore, siate misericordiosi come il Padre, questo specialmente per i confessori: tanta misericordia".