Rio de Janeiro (askanews) - Il suo setterosa ha perso la finale a Rio 2016 con gli Stati Uniti, ma ha vinto un argento pesantissimo. Per l'allenatore Fabio Conti che ha parlato di un "miracolo sportivo" sicuramente è più la felicità del rimpianto: "Sicuramente è una grande felicità. Perchè è un argento olimpico e giocare una finale in una cornice del genere la rende una giornata indimenticabile"

Cosa è mancato per raggiungere il primo posto del podio? "Ancora c'è un gap da colmare con una squadra come quella degli Stati Uniti. Questo significa spostare l'asticella. Ora ci godiamo i festeggiamenti, poi inizieremo a pensare a come spostare l'asticella".

Prima di ritornare in Italia è tempo di bilanci. Il ricordo più significativo e gli aspetti migliori del setterosa e quelli da migliorare: "Mi rimarrà questa giornata. E' strano da dire perchè è l'unica sconfitta, ma una finale olimpica la giocano in pochi e noi oggi eravamo lì.

La cosa che mi è piaciuta di più è il modo positivo con cui abbiamo affrontato le situazioni dal primo giorno a Rio. La cosa che mi è piaciuta di meno? La devo ancora trovare".