Palermo, (TMNews) - Nel quartiere Zisa di Palermo, lo spaccio di droga andava avanti a ritmo serrato, con i pusher impegnati incessantemente nell'arco della giornata a distribuire le dosi ai clienti, che passavano a piedi, in moto, in auto o in bici, e ad intascare il denaro. Questo "supermercato della droga" è stato smantellato la dai carabinieri che hanno eseguito una trentina di arresti per produzione, traffico e detenzione di stupefacenti finalizzata allo spaccio.Dalle indagini dei militari è emerso come vi fosse un vero e proprio "piccolo esercito" di vedette e pusher che con la loro attività si assicuravano guadagni fino a duemila euro al giorno. Nei filmati ripresi dalle forze dell'ordine, sono stati immortalate 2.322 cessioni di droga in due mesi e mezzo. Oltre 2 chili di droga sono stati sequestrati. Gli stupefacenti maggiormente richiesti erano hashish e marijuana, ma anche cocaina ed eroina. Nell'inchiesta, denominata "Horus" e coordinata dai pubblici ministeri Sergio Barbiera e Siro De Flammineis e dal procuratore aggiunto Teresa Principato, è coinvolto anche un minorenne.