Milano, 29 mag. (askanews) - La Polizia di Palermo ha smantellato un'organizzazione internazionale che gestiva un giro di prostituzione nel capoluogo siciliano. Otto le persone finite in carcere con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata all'induzione, sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, reato aggravato dal carattere transnazionale della banda.L'operazione, denominata Caffè export, ha fatto luce su un gruppo di cittadini rumeni che operava a Palermo. Le indagini hanno svelato dinamiche, equilibri e leadership, alla base dell'attività che, ogni notte, affolla i marciapiedi di un lungo tratto di strada della Cala, sul lungomare palermitano.L'operazione ha preso il nome dai continui riferimenti che gli indagati, per eludere possibili intercettazioni telefoniche, usavano durante le loro conversazioni: la lista dei rapporti sessuali, infatti, era declinata secondo le varie gradazioni di caffè, lungo, corto e così via.