Roma, (askanews) - Mentre le ruspe sono al lavoro nella Valle dei Templi ad Agrigento per liberarla dagli immobili abusivi in una zona del parco archeologico, anche a Villagrazia di Carini, in provincia di Palermo, gli escavatori stanno restituendo uno dei tratti di costa più belli della Sicilia, deturpato dalle costruzioni irregolari.Le ruspe sono entrate in azione sul lungomare Cristoforo Colombo, dopo diversi mesi di sospensione, per radere al suolo cinque immobili, per una spesa complessiva di circa 50 mila euro. Tra il 2013 e il 2014 erano state demolite una quindicina di case, che si aggiungono alle centinaia degli anni precedenti. Il piano d'intervento, avviato a luglio dello scorso anno, ha ricevuto il via libera dal consiglio comunale di Carini.Per il sindaco Giovì Monteleone, il rallentamento nelle operazioni è stato dovuto a un iter che non ha comportato la bonifica delle aree di accesso al mare, trasformate negli anni in vere discariche a cielo aperto. Ora l'auspicio è che si accelerino le demolizioni, rendendo da subito fruibili gli accessi al mare.