Palermo (TMNews) - Centinaia di ragazzi affollano l'aula bunker di Palermo per parlare di legalità nel luogo in cui la mafia venne messa sotto processo, a 21 anni dalla strage di Capaci in cui morirono il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i tre agenti di scorta, Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani. I ragazzi sono arrivati qui sulle navi della legalità: insieme a loro il ministro dell'Istruzione Maria Chiara Carrozza e il presidente del Senato, Pietro Grasso."La funzione non può far cambiare le emozioni"Alle commemorazioni anche lo scrittore Roberto Saviano che risponde così a chi gli chiede cosa è cambaito negli ultimi 20 anni."Speravo di più, c'è più consapevolezza ma la battaglia è ancora lunga da fare".