Palermo, (TMNews) - Gli abitanti di via Bagolino a Palermo hanno forzato le barriere di recinzione per protestare davanti alla casa in cui da un mese non possono più entrare. Il palazzo è ancora inagibile e sotto sequestro dopo la tragedia del 17 dicembre scorso, quando crollarono due edifici adiacenti uccidendo 4 persone; tutti gli inquilini sono stati costretti a lasciare la loro casa e sono stati ospitati in albergo. Ma ora il Comune ha deciso di sospendere gli aiuti per due delle sei famiglie perché il loro reddito è superiore ai parametri stabiliti.Alcuni in segno di protesta hanno dormito in macchina davanti alla loro abitazione.