Palermo (askanews) - La sanità siciliana si arricchisce di un nuovo centro all'avanguardia. E' stata inaugurata all'ospedale Ingrassia di Palermo la nuovissima unità di terapia intensiva di neonatologia, realizzata su un'area complessiva di 790 metri quadrati. I lavori sono costati 682mila euro, più 900 mila di nuove attrezzature. Il direttore della Terapia intensiva neonatale, Angelo Rizzo: "Tutto questo è stato fatto in poco più di un anno. Dati i tempi tecnici medi del settore pubblico lo considero un grande successo", ha sottolineato Rizzo.Lo spazio è stato dotato di quattro posti letto di terapia intensiva, di altrettanti di terapia sub-intensiva e di un posto letto per paziente infetto. "In realtà la potenzialità è leggermente superiore. Possiamo ospitare fino a sei pazienti in intensiva e altri sei in sub-intensiva", ha speigato Rizzo.Il reparto è in grado di garantire la sopravvivenza a neonati di peso ed età gestazionale estremamente bassi. I pazienti saranno assistiti attraverso le più moderne tecniche di ventilazione meccanica, di monitoraggio delle funzioni vitali e dell'attività cerebrale. Ci sarà infine la possibilità di utilizzare in loco tutte le indagini diagnostiche per immagini, compresa la risonanza magnetica nucleare.