Roma, (askanews) - "Con una delegazione di Sinistra ecologia libertà siamo stati come osservatori alle elezioni turche". Lo ha spiegato il deputato di Sel Erasmo Palazzotto, vicepresidente della commissione Esteri della Camera, al termine di una conferenza stampa organizzata a Motntecitorio per riferire degli esiti della missione. "Abbiamo registrato - ha aggiunto - un clima di violenza e di violazione delle libertà di informazione e di stampa che hanno condizionato gravemente il risultato di quel voto".A giudizio di Palazzotto "purtroppo la Turchia ha in qualche modo incrinato il suo percorso verso la democrazia. Il risultato di queste elezioni allontana la Turchia dall'Europa. Non hanno niente da gioire i governi europei, rispetto a quella che è una stabilità coi piedi d'argilla. Perché il presidente Erdogan, per ottenere questo risultato, ha spaccato il paese, ha riaperto una guerra civile che rischia di fare saltare lo stato turco. L'Europa dovrà lavorare da domani per ricondurre la Turchia verso un principio di transizione democratica e chiedere con forza che sia siglata una tregua e si riavviino i processi di pace. Ne va anche della civiltà europea".