Peshawar, (TMNews) - Kamikaze in azione in Pakistan contro i cristiani durante messa della domenica. Sono almeno 70 i morti dell'attentato dinamitardo compiuto davanti ad una chiesa di Peshawar. La messa era appena terminata quando, mescolati tra i fedeli usciti dalla chiesa anglicana, i kamikaze hanno compiuto la loro missione suicida facendosi esplodere. Il bilancio della strage è drammatico: oltre 70 morti, almeno un 130 feriti, di cui molti sono gravi. Il capo della polizia di Peshawar sostiene che nell'attacco in chiesa sono stati usati dai 6 agli 8 chili di esplosivo.Il gruppo fondamentalista islamico Jandullah, vicino ad Al Qaida ha rivendicato l'attentato e il portavoce ha annunciato che gli attacchi contro i non musulmani continueranno sino a quando gli Stati Uniti non smetteranno di attaccare con droni nelle regioni tribali del Paese.Mai, prima d'ora, un attentato di queste proporzioni aveva sfregiato la comunità cristiana che è sempre più sotto assedio nel Paese. I terroristi hanno voluto colpire un luogo di culto simbolo della zona. La All Saints Church, infatti, è stata costruita nel 1883 prendendo spunto dalle strutture delle moschee; è rivolta alla Mecca e costituisce un edificio simbolo del tentativo di pace e convivenza pacifica fra la maggioranza musulmana e la minoranza cristiana in Pakistan.(immagini AFP)