Milano, (TMNews) - Canta, cucina, insegna religione ai bambini, tutto davanti alle telecamere. Aamir Liaqat Hussein è un po' il Pippo Baudo della televisione pachistana, con un notevole seguito, soprattutto tra le telespettatrici. Durante il mese del Ramadam tiene incollati al video milioni di pachistani: divulga il messaggio islamico, ma sa anche come sorprendere chi sta davanti allo schermo. E l'ultima trovata ha decisamente sorpreso e fatto discutere. Ha dato in premio a una coppia di concorrenti sterile un bimbo trovato nella spazzatura."E' una proceduta lunga, non è che i genitori vengono in trasmissione e diamo il bambino in premio. Quale premio? E' solo fango. 'Chi vuole vincere un bambino?' è la linea sbagliata" si giustifica il 41enne presentatoreI neo genitori vengono pre-selezionati da una organizzazione no profit, per verificarne i requisiti e le intenzioni. In un Paese dove non esiste una regolamentazione sulle adozioni, considerate un taboo, per molte coppie sterili questa trovata è stata una gioia immensa.Andando in televisione - racconta Riaz - vogliamo mostrare un'immagine migliore del Pakistan, soprattutto mandare un messaggio agli uomini che vogliono divorziare o trovare un'altra moglie se non possono avere figli".Affidandoci questo bambino ci ha resi genitori - dice questa neo-mamma - e ci ha dato un posto nella società. Ora noi ci sentiamo completi".Non è la prima volta che Aamir Liaqat, noto anche col nome di televangelista, finisce al centro delle polemiche: nel 2008 fu accusato di incitare odio contro una minoranza religiosa, dovette dismettersi da parlamentare perchè aveva presentato una laurea falsa. Eppure questa volta in molti sono convinti che la sua ultima trovata sia al servizio di una buona causa.(Immagini Afp)