Islamabad (askanews) - Si è aperta a Islamabad, in Pakistan, la prima sessione del dialogo quadripartito per rilanciare il processo di pace in Afghanistan a cui partecipano, oltre al governo pachistano e a quello afgano, anche Stati Uniti e Cina.L'obiettivo del vertice, al quale non sarà presente alcun rappresentante talebano, è quello di preparare una road-map per una possibile ripresa dei negoziati diretti fra i ribelli e Kabul. Il governo afgano ha infatti manifestato la volontà di dialogare con quanti siano disposti a una soluzione pacifica e a proseguire l'opzione militare nei confronti di tutti gli altri."Il primo è più importante compito che abbiamo di fronte" ha detto Sartaj Aziz, consigliere del premier pachistano per gli Affari esteri, "è quello di definire la direzione generale del processo di riconciliazione al fine di creare un clima propizio per dei negoziati diretti tra il governo afgano e i gruppi talebani".I negoziati tra la guerriglia e Kabul erano iniziati nel luglio scorso per essere rinviati poi sine die dopo l'annuncio della morte del leader storico dei talebani, il mullah Omar, a causa della lotta per la successione subito scoppiata tra le milizie islamiste."Per attivare il processo di riconciliazione" ha concluso Aziz, "è necessario proporre condizioni in grado di portare i gruppi talebani al tavolo dei negoziati offrendo loro incentivi che possano persuaderli ad abbandonare la lotta armata come strumento per conseguire risultati politici".(Immagini Afp)