Peshawar (askanews) - Almeno nove persone sono morte e altre 35 sono rimaste ferite nell'esplosione di una bomba fatta detonare da un attentatore suicida alla periferia di Peshawar, nel Pakistan nord-occidentale nei pressi del confine con l'Afghanistan.L'esplosione ha avuto luogo in una zona affollata nel quartiere Wazir Dhand, appena fuori dalla città, su una strada che collega la regione tribale del Khyber a Peshawar. "Abbiamo ricevuto sei corpi e 35 feriti, tra cui un bambino di sette anni", ha confermato una funzionaria del complesso ospedaliero di Hayatabad di Peshawar. I corpi di altre tre vittime sono state invece trasportati all'ospedale Jamrud. Sei dei feriti si trovano in gravi condizioni, secondo quanto reso noto da fonti ospedaliere.L'attentato avrebbe preso di mira alcuni agenti della polizia tribale che sedevano all'interno di un mercato. Lo scoppio ha danneggiato tre negozi e diverse auto e moto parcheggiate nei pressi. Quello del Khyber è uno dei setti distretti tribali nei dintorni di Peshawar e in quelle foreste per anni hanno trovato rifugio gruppi armati legati ad al Qaida o al movimento talebano. Nel 2014 il governo pachistano ha lanciato una pesante offensiva militare che avrebbe portato alla morte di centinaia di miliziani, spingendo i superstiti a riparare oltre la frontiera afgana ma non a dimenticare la vendetta.(Immagini Afp)