Roma, 5 giu. (askanews) - Otto delle 10 persone arrestate per il tentato omicidio della studentessa pachistana Malala Yousafzai sono stati assolti e rimessi in libertà. E' quanto riporta la Bbc, ricordando che lo scorso aprile le autorità pachistane avevano riferito della condanna a 25 anni di carcere di 10combattenti talebani, ma la segretezza in cui si era svolto il processo aveva sollevato dubbi sulla sua validità. E ora alcune fonti hanno confermato all'emittente britannica che solo due degli imputati sono stati condannati.Un portavoce dell'Alta Commissione pachistana di Londra, ha riferito alla Bbc che gli otto uomini sono statiriconosciuti innocenti per mancanza di prove. Quindi è stata confermata la condanna di solo due persone.Malala, oggi 17enne, venne presa di mira dai talebani all'uscita di scuola nella città di Mingora per il suo impegno a favore del diritto all'istruzione delle donne: uomini armati salirono sull'autobus che la stava riportando a casa e le spararono alla testa. Curata nel Regno Unito, oggi vive con la sua famiglia a Birmingham. Nel dicembre del 2014 le è stato conferito il premio Nobel per la pace.(immagini Afp)