Roma (TMNews) - "Il successo di Renzi mette in luce il fatto che lui abbia realizzato le linee di fondo della buona poitica che sono dare la precedenza alle riforme sulla ricerca di spazi di consenso politico per fare cose più immediate, accettare i conflitti e il pluralismo, però con una cultura dell'incontro, cioè una forma nuova di laicità positiva. Lui si muove in questa dimensione e il suo successo, al di là di altri fattori, significa anche che la buona politica stia comparendo all'orizzonte". Lo ha detto il gesuita-politologo padre Bartolomeo Sorge presentando nella Sala Salvadoti della Camera il suo libro "Gesù sorride con Papa Francesco" (edizioni Piemme) in cui si tratta anche il tema dei rapporti Chiesa-politica. Ma che cosa chiede Papa Francesco ai politici? "Lui - prosegue padre Sorge - si rivolge a tutti i poliici, non solo a quelli di estrazione cattolica, e indica quali sono i criteri fondamentali di una buona politica. Questo di conseguenza imporrà ai cattolici di ripensare la loro presenza, che non è più quella di fare un partito, ma di lavorare per la buona politica in tutte le forze politiche. Quello che mi ha impressionato è che il Papa approfondisce l'intuizione di don Sturzo che non si rivolgeva ai cattolici, ma ai "liberi e forti" e diceva quali erano i lineamenti fondamentali di una politica che cambi veramente le cose".