Roma, (TMNews) -Il presidente della comunità ebraica di Roma, Riccardo Pacifici, ha commentato i recenti sviluppi della vicenda Priebke nel corso della cerimonia alla Sinagoga per il 70esimo anniversario del rastrellamento del Ghetto. Pacifici ha ringraziato "l'Italia migliore", delle istituzioni e delle semplici persone, che ha reagito alle menzogne e alle ultime offese del boia delle Ardeatine che nel suo testamento oltre a ribadire le sue azioni ha negato la Shoa. Pacifici non ha mai nominato il nome di Priebke ricordandolo solo come il torturatore di via Tasso e il boia delle Ardeatine.