Pretoria (askanews) - Le porte del carcere restano chiuse per Oscar Pistorius. L'ex campione paralimpico avrebbe dovuto lasciare il penitenziario di Pretoria venerdì prossimo. Ma il ministero della giustizia del Sudafrica ha bloccato la concessione degli arresti domiciliari per buona condotta dopo soli 10 mesi di cella, in attesa che si pronunci il comitato che esamina le istanze di carcerazione.Nei giorni scorsi i giudici avevano voluto premiare "la buona condotta" dell'ex atleta, ma per il ministro sudafricano della Giustizia Michael Masutha la decisione di scarcerazione era stata presa prematuramente e "senza alcuna base legale".La procura sudafricana ha inoltre fatto appello contro la condanna dell'ex campione per "omicidio colposo", sostenendo che la giudice avrebbe dovuto condannarlo per "omicidio". "I documenti sono stati depositati presso la Corte suprema d'appello.Oscar Pistorius ha ucciso con quattro colpi d'arma da fuoco la fidanzata Reeva Steenkamp nel febbraio del 2013. E' stato condannato a cinque anni di reclusione per "omicidio colposo" al termine di uno dei processi più mediatici e globalizzati degli ultimi tempi.(immagini AFP)