Roma, (TMNews) - Nel suo 'laboratorio', allestito in un capannone in disuso, nel porto di Rhin a Strasburgo, l'artista Daniel Depoutot apporta gli ultimi ritocchi all'orologio monumentale che intende esporre alla cattedrale di Strasburgo, in occasione del millenario della sua fondazione.L'arcivescovo della città francese e il direttore dei monumenti storici hanno dato disco verde all'installazione dell'opera d'arte contemporanea che affiancherà il celebre orologio astronomico in stile rinascimentale della cattedrale, per una esposizione temporanea a partire da marzo e fino ad aprile del prossimo anno, all'interno delle iniziative di festeggiamento del millenario.La cosa bizzarra è che l'orologio gigante è composto da oggetti riciclati, come biciclette arrugginite, caffettiere e altri oggetti metallici. Che l'artista ha costruito in modo tale da far ruotare come un orologio vero e proprio. E il tic-tac è servito.Immagini: Afp