Roma, (askanews) - Maxi-operazione della Guardia di Finanza di Napoli nella lotta alla vendita clandestina di marchi contraffatti. Denunciati 5 soggetti: due italiani, due cinesi e un tunisino. Gli uomini delle Fiamme Gialle hanno individuato a Napoli, nel quartiere Poggioreale, un deposito clandestino di articoli di pelletteria recanti il marchio contraffatto "Armani". All'interno dell'immobile sono state scovate e sequestrate 15mila borse da viaggio di alta gamma, complete di relativi accessori, tutti recanti il logo contraffatto della griffe. In una seconda operazione, sono stati intercettati due plichi sospetti presso due società di spedizioni di Napoli, dove erano stipati 102 orologi di fattura pregevole con marchi contraffatti "Rolex" e "Iwc", pronti per essere immessi nel mercato clandestino partenopeo. Infine, nel comune di San Gennaro Vesuviano, è stato individuato un opificio adibito alla produzione di camicie, polo, giubbini e accessori con marchi contraffatti "Burberry", "Adidas", "Ralph Lauren". Sequestrati circa 2mila articoli di abbigliamento e 650 metri di tessuto, oltre al locale adibito a laboratorio clandestino e tutta l'attrezzatura impiegata, costituita da 5 macchine ricamatrici, 1.150 cucirini, una tower pc e vari supporti informatici.