Roma, (askanews) - Nella valutazione dei capi degli uffici giudiziari, "penso che si possa sicuramente introdurre una presenza con voto dell'avvocatura" nei consigli giudiziari. Lo ha detto il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, a margine dell'incontro con i Consigli giudiziari a Roma, "come garantirla lo vedremo. E' una discussione che terrà conto del parere del Csm", ha aggiunto il guardasigilli.

Nel corso del suo intervento, Orlando ha detto che un "punto non risolto è quello delle capacità organizzative dei capi degli uffici: a mio avviso il tema della valutazione effettiva sul campo, delle capacità non può prescindere" dal giudizio "di tutti coloro che sono chiamati a valutare la funzionalità in concreto degli uffici" e "non può essere un parere stereotipato reso dal consiglio giudiziario a costituire la base effettiva per poter dare quella valutazione". Per il ministro "si tratta di aprire una dialettica, nella quale non vedo alcun pericolo per l'autonomia e l'indipendenza della magistratura".