Tripoli (askanews) - Quasi 2 milioni di rifugiati siriani non riceveranno più gli aiuti alimentari del World Food Program. L'agenzia dell'Onu ha annunciato che sospenderà la distribuzione per mancanza di fondi a causa di alcuni Paesi, di cui non è stato fatto il nome, che non hanno onorato gli impegni presi. Il Commissario Onu per i rifugiati Antonio Guterres ha commentato che tutto questo non poteva avvenire in un momento peggiore.Migliaia di famiglie che dipendono completamente dagli aiuti e dunque rischiano di passare l'inverno soffrendo freddo e fame nei campi profughi in Giordania, Libano, Turchia, Iraq ed Egitto.Senza gli aiuti Onu sarà una catastrofe, lamentano le donne in un campo profughi a Tripoli, in Libano.Per finanziare la distribuzione di cibo nel mese di Dicembre secondo il pam servono almeno 51 milioni di euro da parte dei Paesi donatori.(Immagini Afp)