Roma (TMNews) - La comunità internazionale deve agire con urgenza per "difendere" la città siriana di Kobane, che sta per finire nelle mani dei jihadisti, ed evitare così "un massacro". "Il mondo intero ha visto con i propri occhi cosa succede quando una città in Siria o in Iraq cade nelle mani dell'Isis: massacri, tragedie umanitarie, abusi, violenze atroci", ha dichiarato l'inviato speciale dell'Onu per la Siria, Staffan de Mistura.Un intervento, quello del diplomatico svedese naturalizzato italiano, che giungeproprio mentre i jihadisti dell'Isis sono sul punto di conquistare l'intero controllo della città al confine con la Turchia, considerata un nodo strategico per il controllo di tutto il Nord della Siria."Le truppe curde si stanno battendo con armi leggere, mentre gli islamici dell'Isis dispongono di carri armati e mortai. La comunità internazionale deve difendere Kobane, non può tollerare che una nuova città finisca nelle mani dello Stato islamico", ha commentato ancora l'inviato dell'Onu.(immagini Afp)