Milano (askanews) - Sia Israele che gruppi di miliziani palestinesi potrebbero aver commesso crimini di guerra nel 2014 a Gaza. Lo dice un rapporto delle Nazioni Unite che parla di "devastazioni e sofferenza umana senza precedenti che avrà un impatto sulle generazioni a venire". La Commissione d'inchiesta ha annunciato di aver raccolto accuse credibili contro entrambe le parti riguardo al conflitto che ha ucciso 2.140 palestinesi, per la maggior parte civili e 73 israeliani, in maggioranza soldati."Molti testimoni sono stati gravemente traumatizzati e nonostante questo hanno coraggiosamente raccontato gli eventi in cui più membri della loro famiglia sono stati uccisi - ha detto Mary McGowan Davis, giudice di New York e membro della Commissione - penso in particolare all'uomo che ci ha raccontato di come i suoi 8 bambini, sua moglie, sua madre e il fratello sono stati uccisi in un raid aereo".Il rapporto ha fatto infuriare Israele che ha accusato l'Onu di parzialità, mentre Hamas ha elogiato la condanna dello Stato ebraico, senza menzionare le accuse rivolte anche ai gruppi palestinesi.