Ginevra, (TMNews) - Casi isolati di Ebola sono "inevitabili" in Europa ma il rischio di una propagazione del virus è "estremamente basso": lo ha assicurato l'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms). "Casi sporadici sono dovuti ai viaggi tra l'Europa e i Paesi colpiti" in Africa occidentale, ha osservato Zsuzsanna Jakab, direttore regionale dell'Oms per l'Europa. Le rassicurazioni arrivano nel giorno in cui i timori aumentano negli Stati Uniti dopo la morte a Dallas di Thomas Eric Duncan, il primo a cui è stato diagnosticato il virus negli States.Dopo l'annuncio del contagio di un'infermiera spagnola l'Unione Europea ha comunque deciso di "potenziare le informazioni ai viaggiatori e ai professionisti della sanità" per prevenire una diffusione dell'Ebola sul territorio.La Banca Mondiale intanto ha calcolato che i costi di Ebola per l'Africa dell'Ovest potrebbero superare i 32 miliardi di dollari entro la fine del 2015 se l'epidemia dovesse espandersi oltre i tre Paesi attualmente interessati dal contagio: Liberia, Guinea e Sierra Leone. L'impatto potrebbe tuttavia essere limitato se l'azione "immediata" della comunità internazionale riuscisse ad arginare l'epidemia.(immagini Afp)