Roma, (askanews) - E' stato ritrovato senza vita il corpo del cittadino di origini tunisine ricercato per l'omicidio di Angelo Cannavò e Rita Decina, coppia di Mazara del Vallo massacrata a coltellate il 5 agosto.

Il cadavere del tunisino, Ben Saada Ouajidi, 34 anni, è stato trovato dagli agenti che lo cercavano nella sua abitazione in contrada Ranna, a Marsala.

I sospetti si erano concentrati su Ben Saada Ouajidi dopo che a casa della coppia uccisa era stato trovato un tablet che conteneva una sim card a lui intestata e che probabilmente valeva come pegno per un debito di droga.

Ad incastrare Ben Saada Ouajidi anche le riprese delle telecamere di sorveglianza, che fanno vedere la macchina del tunisino arrivare e allontanarsi dalla casa della coppia proprio nell'intervallo di tempo dell'omicidio.

Durante la perquisizione a casa del tunisino sono stati rinvenuti inoltre un coltello compatibile con quello utilizzato per il duplice omicidio e gli abiti sporchi di sangue. Tracce di sangue sono state trovate anche nell'auto di Ben Saada Ouajidi, che aveva padre italiano ed era residente in Italia da 18 anni.