Atene (askanews) - E' sempre più tesa la situazione sul confine fra Grecia e Macedonia, diventato una terra di nessuno in cui sono bloccati oltre 2mila migranti, per la maggior parte rifugiati siriani che cercano di passare il confine per raggiungere l'Europa occidentale e del Nord.La Macedonia ha dichiarato lo stato d'emergenza, schierato la polizia e alzato il filo spinato: in migliaia hanno passato la notte sotto la pioggia, fra tende improvvisate e richieste d'aiuto inascoltate. "Negli ultimi tre giorni non hanno permesso a nessuno di passare - racconta uno dei migranti in attesa, Mohammed - la scorsa notte hanno messo il filo spinato, sono arrivati altri soldati lungo il confine, nessuno può andare dall'altro lato".La situazione in più di un'occasione è degenarata con i poliziotti che hanno lanciato granate stordenti per fermare i rifugiati che tentavano di attraversare il confine, ferendone alcuni.