Vacanze in vista? Avete previsto di raggiungere la meta in macchina? Il dottor Francesco Loperfido, oftalmologo consulente della Commissione Difesa Vista, ci dice cosa fare per metterci alla guida in tutta sicurezza, con un “occhio di riguardo” nei confronti di chi ha un difetto visivo.
Occhiali da sole. Protezione a tutte le età e per tutte le situazioni e quindi anche alla guida non solo per proteggere gli occhi dai raggi UV ma anche per la sicurezza stradale. Alla guida si affrontano condizioni di luce molto differenti non solo nel corso della giornata ma può capitare che durante il tragitto si attraversino gallerie e in questo caso gli occhiali da sole aiutano a tollerare l'abbagliamento. Anche il colore della lente è preferibilmente marrone per i miopi e verde per gli ipermetropi.
Luci e ombre: le difficoltà alla guida e le soluzioni per affrontarle. I miopi incontrano maggiori difficoltà nella guida al crepuscolo e nella guida notturna, non solo perché non vedono bene ma anche perché sono più sensibili rispetto al contrasto e all'abbagliamento . Oltre a consigliare occhiali o lenti a contatto che correggano la vista alla perfezione, il fastidio si riduce al minimo se si usano lenti anti luce blu o lenti “drive” pensate specificatamente per la guida notturna.
Avvertenze. Se si ha il glaucoma, malattia correlata alla pressione oculare, attenzione a non premere troppo sull'acceleratore. La velocità infatti tende ad acuire quella restrizione del campo visivo di cui già soffre il paziente. La cataratta provoca maggiore abbagliamento, attenzione quindi quando si guida la notte o quando c'è molto sole. Se si soffre di maculopatia, malattia che danneggia la parte centrale della retina, il recupero dall'abbagliamento è molto lento per cui attenzione alla velocità e alla guida in autostrada.
Lo sapevi che? I miopi tendono a guidare mantenendosi molto vicino al bordo destro della carreggiata, mentre gli ipermetropi guidano tendendo verso il centro strada. Solo quando il difetto visivo è ben corretto, quindi, chi soffre di questi difetti della vista si ritrova a guidare nella parte corretta della carreggiata.