Roma, (TMNews) - Occhi azzurri, pelle e capelli scuri: così appariva l'uomo europeo circa 7mila anni fa, secondo il test del dna compiuto dai ricercatori dell'Istituto di biologia evolutiva di Barcelona su uno scheletro di uncacciatore-raccoglitore di circa 5-10mila anni fa ritrovato in Spagna.Una combinazione inusuale secondo gli scienziati, i quali fino ad oggi ritenevano che i primi europei avessero la carnagione chiara. Secondo l'autore principale della ricerca, pubblicata su Nature, una delle spiegazioni può essere che la pelle chiara si sia evoluta più tardi di quanto finora ritenuto.I ricercatori sono riusciti a estrarre il dna da un dente di uno dei due scheletri ritrovati nel 2006 nel nord della Spagna, e hanno creato una sequenza completa del suo genoma, rivelando che, seppur vicino ai popoli di paesi del nord-europa, il nostro antenato europeo possedeva i geni tipici degli attuali africani.