Hebron (askanews) - La città di Hebron, nel sud della Cisgiordania, è stata ancora una volta teatro di attacchi con coltelli. I due palestinesi protagonisti delle aggressioni sono stati uccisi dall'esercito israeliano. In un primo episodio è stato accoltellato un poliziotto, ferito in modo lieve, e l'attentatore è stato subito ucciso da colpi d'arma da fuoco dei soldati israeliani.Le forze di sicurezza hanno poi sparato contro un altro palestinese che ha cercato diaccoltellare un soldato a un checkpoint. Le aggressioni all'arma bianca di giovani palestinesi contro soldati o forze di sicurezza ai luoghi di frontiera si sono moltiplicate a Hebron. Questo nonostante gli sforzi tra israeliani e palestinesi per allentare la tensione delle ultime settimane che sono sfociati in un accordo diplomatico sull'accesso alla spianata delle moschee a Gerusalemme. Ma a Hebron, più grande città della Cisgiordania e considerata una polveriera per la presenza di oltre 500 coloni israeliani, ogni sforzo sembra non produrre alcun effetto.(immagini Afp)