Roma, (askanews) - Una successione di esplosioni, alternata a immagini di jihadisti che affrontano con frecce e fucili automatici i loro nemici. Poi i soldati americani, feriti o uccisi. Il filmato, di stile hollywoodiano si chiude con le immancabili minacce di attacco agli Stati Uniti.L'ultima mossa propagandistica dello Stato Islamico è un video intitolato "Messaggio dai sostenitori del Califfato all'America". Un filmato tutto confezionato in lingua inglese.Chiaro il messaggio e ancor più chiaro il bersaglio: "A teAmerica, protettrice della Croce, tu che spendi soldi eusi armi per combatterci, devi sapere che non sosteniamo il Califfato perché abbiamo del tempo da perdere" ma "perché siamo certi che uccidere i vostri soldati è un obbligo della Shariya", recita la voce in inglese con cadenza asiatica."Cancellate pure i nostri account, bombardateci, tanto noi siamo sicuri che la vittoria sarà dalla nostra parte", prosegue il messaggio prima della minaccia rivolta direttamente al presidente ed al ministro degli Esteri americani: "Voi cani romani, Kerry e Obama, ricordate che: "Parigi non è molto lontana da voi: bruceremo, sgozzeremo e incendieremo il vostro popolo e con il volere di Allah useremo ogni cosa che cadrà nelle nostri mani".