Wellington (askanews) - Il vessillo con la Union Jack continua a sventolare nei cieli della Nuova Zelanda. Gli elettori neozelandesi hanno bocciato con il 55% dei voti la nuova bandiera nazionale, in un referendum che ha così scelto di mantenere lo status quo.Solo il 43% degli oltre due milioni di elettori ha preferito il nuovo design, basato sul simbolo nazionale della foglia di felce argentea e scelto con un apposito concorso."Sono abbastanza contento del risultato, non credo ci fosse bisogno di cambiare in questo momento, non ne vedo il motivo" dice Jarrod.Il risultato costituisce uno smacco per il premier John Key, principale difensore del cambiamento e che aveva descritto la bandiera tradizionale - che contiene l'Union Jack - come un residuato dell'epoca coloniale."Era diventata una questione principio, di scontro politico, io sono repubblicano e avrei cambiato, ma i media hanno puntato l'attenzione solo sui costi dell'operazione e sulle divisioni tra i partiti" aggiunge Max.Il referendum - effettuato esclusivamente con il voto postale, è stato il culmine di un processo durato 18 mesi e costato oltre 17 milioni di euro, soldi evidentemente gettati al vento.(Immagini Afp)