Palermo (askanews) - Nuova tragedia del mare al largo della Libia; circa 50 migranti sono stati salvati dalle unità della Marina Militare accorse sul luogo del naufragio ma, secondo le testimonianze dei superstiti, potrebbe esserci almeno un'altra cinquantina di dispersi.I naufraghi, infatti, hanno detto ai soccorritori che sul gommone , poi affondato del tutto, erano almeno un centinaio. Le ricerche in zona sono tuttora in corso.L'imbarcazione in difficoltà era stata avvistata a circa una quarantina di miglia dalle coste libiche dagli uomini dell'elicottero della nave Mimbelli, in pattugliamento. L'equipaggio ha gettato in mare alcune zattere di salvataggio mentre la nave Fenice, che in precedenza aveva già soccorso 119 migranti, ha ha diretto verso la zona alla massima velocità, soccorrendo i naufraghi superstiti.Altri due migranti aggrappati ad un barile sono stati tratti in salvo dall'equipaggio dell'elicottero della nave Orione e trasbordati prima sulla nave Mimbelli per un controllo sanitario e poi sulla Fenice per il trasferimento a Lampedusa.