Vienna (askanews) - Finalmente lo storico accordo è stato raggiunto. La Repubblica islamica dell'Iran e il Gruppo 5+1 formato da Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Russia, Cina e Germania hanno raggiunto l'intesa sul programma nucleare iraniano, al termine di una maratona negoziale estenuante.Dopo ripetuti rinvii, l'intensa attività diplomatica continuata anche questa notte ha consentito di superare le ultime differenze. Teheran e le potenze del 5+1 mettono in questo modo fine a un contenzioso durato 13 anni. L'intesa consentirà la revoca delle sanzioni internazionali in cambio di ispezioni ai siti nucleari e dello stop all'arricchimento dell'uranio iraniano.Il programma nucleare di Teheran è ritenuto dalla comunità internazionale una minaccia potenziale molto grave ma è stato strenuamente difeso dalla Repubblica islamica che da sempre sostiene che il programma ha fini esclusivamente civili e non militari.Dal canto suo, il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha definito un errore storico l'accordo raggiunto a Vienna. "Sulla base dei primi elementi che ci sono pervenuti, è già possibile dire che questo accordo è un errore storico per il mondo", ha dichiarato Netanyahu. Secondo il premier israeliano l'intesa non impedirà infatti all'Iran di fabbricare la bomba atomica.(Immagini Afp)