Firenze (askanews) - "A Firenze sarà dichiarato lo stato d'emergenza". Lo ha detto il sindaco del capoluogo toscano, Dario Nardella, commentando il violento nubifragio che ha colpito il capoluogo toscano nella notte tra il 1 e il 2 agosto 2015. In 45 minuti sono caduti 45 mm di pioggia (l'equivalente dele precipitazioni di un mese) e 60mila fulmini. Oltre gli 300 alberi abbattuti.Alcuni profughi volontari, sono stati impiegati per ripulire le strade dai detriti. La prima squadra di 10migranti è stata impegnata in Lungarno Colombo, "altre squadre - ha fatto sapere il primo cittadino - verranno impegnate prestoper ripulire le altre zone della città".Al momento sono circa 300 gli interventi dei Vigili del fuoco nelle zone di Firenze, Bagni a Ripoli e Fiesole ma sono ancora centinaia le richieste dei cittadini.