27 anni dopo, arriva finalmente anche la traduzione giapponese delle “Nozze di Cadmo e Armonia”, in una elegante pubblicazione delle edizioni Kawade Shobo. Roberto Calasso l'ha presentata all'Istituto Italiano di Cultura di Tokyo, con una prolusione intitolata “Il terrore delle favole”: una vera e proprio apologia del mito (e di quelli greci in particolare) come “modalita' della conoscenza”, che tra l'altro suscito' una forte attenzione da parte di grandi scrittori giapponesi (da Mishima a Kawabata a Murakami). Calasso ha rivelato che la traduttrice, Atsuko Azusa, si presento' a Milano dicendo di aver tradotto il “mitico” libro in un suo anno sabbatico, senza previe intese con alcun editore.
Quanto al suo ruolo ancora piu' spiccato di editore dopo il recente acquisto del controllo diretto di Adelphi (evitandone la confluenza nel colosso “Mondazzoli”), Calasso si limita ad affermare che si e' trattato di trasformare da “de facto a “de iure” l'indipendenza che da sempre contraddistingue la casa editrice.