Roma, (TMNews) - Sono eversori e incivili i sindaci che intendono riconoscere le nozze gay celebrate all'estero attraverso la trascrizione degli atti. Spara a zero il senatore Ncd Carlo Giovanardi contro qualunque riconoscimento delle unioni gay. Le parole del ministro dell'Interno a riguardo sono "chiare" e non si ammettono fughe "in avanti": se i sindaci non rispettano la legge potrebbero non essere rispettate nemmeno le loro ordinanze. "Si può dire che quello che fa il sindaco di Roma è carta straccia - attacca Giovanardi - e andare per i Fori imperiali in auto? No, la sua autorità va rispettata, per questo quello che hanno dichiarato alcuni sindaci (sulle nozze gay, ndr) è incivile e ingiustificabile".