Roma (TMNews) - La manualità dei cuochi cinesi di tirare i noodles ha un allenato concorrente che potrebbe dispensarli da tanta fatica. Si chiama Noodles Bot e in un minuto riesce a fare il doppio dei noodles di un uomo. L'idea è venuta a Cui, un ex allevatore di polli che dopo l'ondata di influenza aviaria ha deciso di cambiare mestiere:"Un giorno entrai in un noodle shop e ho visto che i cuochi facevano più soldi di me ma io non sapevo come si facessero".Di qui è nata l'idea di Noodle Bot in grado di fare otto tipi di questa pasta cinese. Cui ha impiegato tre mesi a progettarlo e un anno per perfezionarlo. Prima di portarlo in giro per tutto il mondo.La performance di Noodle Bot è effettivamente incantevole. Ma trattandosi di cibo è al palato che spetta l'ultima parola:"I clienti - racconta questo ristoratore - lo adorano, lo chiamano ultraman".Noodle Bot è sicuramente un valido aiuto in cucina, senza contare il risparmio sui costi della manodopera, che ora iniziano a crescere anche in Cina."Mi fa risparmiare molte energie, fa gli stessi noodle che faccio io e costa meno di me".Per ora questo simpatico robot consente di fare economia, in futuro però c'è il rischio che possa rimpiazzare definitivamente i lavoratori.