Conosciuto sin dall'Egitto prefaraonico, l'aceto di vino è uno dei prodotti alimentari in cui l'Italia può vantare un primato mondiale.
Una produzione che per le qualità più pregiate può richiedere anche dodici mesi di lavorazione, con invecchiamento in botti di rovere.
Per capire come si svolge la produzione siamo andati a Ghemme, nel novarese, nella sede di Ponti, azienda arrivata alla quinta generazione imprenditoriale e leader del comparto con 120 milioni di euro di ricavi, per un quarto realizzati grazie all'export, e 47 milioni di litri di aceto di vino prodotti ogni anno.
Come si trasforma (volontariamente) il vino in aceto? Andiamo In Fabbrica