Roma, 7 ott. (TMNews) - Il premio Nobel della fisica premia la luce del nuovo secolo, le lampade a led. Il riconoscimento infatti è andato a tre ricercatori di origine giapponese, Isamu Akasaki, Hiroshi Amano e Shuji Nakamura (cittadino americano)"per l'invenzione dei diodi a emissione di luce blu che hanno consentito di potenziare e rendere più brillanti le fonti di luce bianca consentendo un contestuale risparmio di energia". L'invenzione dei tre ricercatori in sostanza ha reso possibile realizzare le lampadine a Led, una "nuova luce per illuminare il mondo" come spiega il comitato del Nobel nella motivazione del premio.La realizzione dei diodi a emissione di luce blu da parte dei tre ricercatori nei primi anni novanta è stata la tappa decisiva per giungere alla luce a led. diodi a emissione di luce rossa e verde erano stati creati già da tempo ma senza diodi a emissione di luce blu non era possibile a creare lampadine led a luce bianca.I tre ricercatori, dice il comitato del Nobel, "sono riusciti dove tutti avevano fallito" e la "loro invenzione è stata rivoluzionaria. Come le lampade a incandescenza hanno rappresentanto il ventesimo secolo, il ventunesimo secolo sarà identificato con le luci emesse dalle lampade a Led".