Roma, 1 ott. (TMNews) - La settimana prossima saranno assegnati i premi Nobel e c'è particolare attenzione a quello per la letteratura, che dovrebbe essere annunciato giovedì 9. Molti i nomi che ricorrono, alcuni scontatissimi, un favorito strombazzato dai più (il giapponese Murakami Haruki) e una outsider che - in ambienti ben informati - viene data vicinissima alla conquista del premio. Si tratta della bielorussa Svetlana Aleksievic (unico handicap, il premio dell'anno scorso ad Alice Munro: qualcuno potrebbe storcere il naso a un Nobel per il secondo anno di seguito al 'rosa').Secondo queste fonti, la Aleksievic - autrice di straordinari romanzi di voci, o reportage letterari che hanno raccontato la tragedia di Chernobil, la vita dei soldati russi al fronte afgano e lo choc del ritono in patria , il dissolversi dell'Unione sovietica e la vita quotidiana nella nuova Russia- potrebbe essere scelta dal comitato di Stoccolma anche per mandare un segnale al Cremlino mentre la crisi Ucraina continua a monopolizzare l'attenzione della comunità internazionale. Nel caso scattasse il veto di 'genere', il Nobel, più a sorpresa, potrebbe andare direttamente a un autore ucraino, e qui il nome sussurrato è quello di Andrei Kurlov (Keller editore ha appena pubblicato i suoi 'Diari Ucraini').Gli altri nomi in lizza sono quelli che si ripetono da anni. Per i bookmaker, il gran favorito è il giapponese Murakami. Poi si fanno i nomi immancabili di Philip Roth, Thomas Pynchon, Cormac McCharty, Bob Dylan, Don DeLillo, Milan Kundera, Margaret Atwood il keniota Ngugi Wa Thiog'o, l'algerina Assia Djebar, Mircea Cartarescu.quanto agli italiani, si parla di Umberto Eco, Dacia Maraini e Claudio Magris.vgp