Piccola e pacifica manifestazione di protesta contro l'Expo 2015 all'apertura dei cancelli dell'esposizione universale. A metterla in scena, simulando un'ironica promozione dell'evento, è un gruppo di No Expo che ha esposto uno striscione, firmato dal centro sociale Sos Fornace, con la scritta: "Il Belpaese delle opportunità, Expo di mafia, cemento e precarietà". Una protesta accompagnata da ironici slogan sul "lavoro volontario" di molti giovani coinvolti dagli organizzatori.