Abuja (TMNews) - Nuova strage in Nigeria: nel mercato della città di Jos sono state uccise almeno 118 persone in seguito all'esplosione di due autobomba. La strategia usata dai terroristi, che hanno colpito a distanza di tempo, in modo che la seconda bomba si abbattesse anche sui soccorritori, ricalca i metodi di Al Qaida e contribuisce a rendere ancora più drammatica la situazione di un Paese ormai ufficialmente in guerra con il terrorismo islamista, rappresentato in primo luogo da Boko Haram."La lezione che abbiamo imparato - ha spiegato il capo della polizia locale - è che quando c'è un'esplosione, ci sono forti possibilità che ne possa poi avvenire un'altra. Quindi tutti devono restare al riparo".I feriti negli attentati di Jos sono decine e il presidente nigeriano Goodluck Jonathan ha parlato di attacchi "crudeli e malvagi".