Lagos (askanews) - L'esercito nigeriano ha annunciato la liberazione di 178 persone tenute in ostaggio dai jihadisti di Boko Haram, tra cui 101 bambini, 67 donne e 10 uomini. Nella stessa occasione sarebbe anche stato catturato un leader del gruppo islamista, hanno riferito fonti militari. L'offensiva è avvenuta verso Aulari, lungo la strada che porta a Bama, 70 chilometri a sud di Maiduguri, la principale città del Nord-Est del Paese.In quell'area l'esercito ha anche lanciato una serie di raid aerei. L'aviazione ha fatto sapere di aver "respinto un attacco al villaggio Bita da parte di Boko Haram", in un'operazione congiunta con le forze di terra.Dal 2009, quando sono iniziate le azioni di Boko Haram, si sono registrate 15mila vittime in Nigeria. Una nuova ondata di violenze ha colpito il nord est del Paese dal 29 maggio, giorno di insediamento del nuovo presidente Muhammadu Buhari, che ha promesso come priorità del mandato la lotta agli estremisti. In due mesi sono state uccise circa 800 persone. La guerra si è estesa al Ciad e al Camerun, Paesi che sono stati a loro volta attaccati dalle milizie islamiste.(immagini Afp)