Zaria, Nigeria (askanews) - Almeno 25 persone, tra cui un bambino di due anni, sono rimaste uccise e altre 32 sono rimaste ferite in un attentato a Zaria, località della Nigeria settentrionale, quando una bomba è esplosa davanti a un affollato edificio governativo. Le autorità propendono per l'ipotesi di un attentatore suicida legato all'organizzazione del fondamentalisti islamici Boko Haram. L'attacco si è verificato nella mattinata mentre insegnanti e lavoratori del pubblico impiego stavano facendo la coda per essere identificati prima di accedere all'interno dello stabile."Trentadue vittime dell'attentato, spiega un responsabile medico di Zaria, sono state trasportate al pronto soccorso del nostro ospedale. Alcuni erano gravemente feriti, in particolare due di loro versano in condizioni molto critiche".Gli attacchi dei Boko Haram nei confronti della popolazione civile si sono intensificati per gravità e frequenza da quando il 29 maggio scorso al potere è salito il presidente Muhammadu Buhari che ha dichiarato la sua ferrea intenzione di stroncare la rivolta delle milizie islamiste. Con l'ultimo attentato, secondo le stime della France presse, quasi 550 persone sono state uccise da quando Buhari ha assunto la guida della Nigeria.(Immagini Afp)