Kano (Nigeria) - Almeno 30 persone sono morte in diversi attacchi degli islamisti di Boko Haram contro due villaggi situati nei pressi della città di Chibok, nel nord-estdella Nigeria.Gli attacchi hanno preso di mira i villaggi di Thlaimakalama e Gatamarwa, completamente rasi al suolo. Proprio a Chibok, nell'aprile 2014, Boko Haram attaccò una scuola, rapendo oltre 200 studentesse.Appena dopo questo nuovo atto di violenza, però, si è saputo che a Damaturu, nel Nord-Est della Nigeria, gli islamisti di Boko Haram hanno liberato 158 donne e bambini in ostaggio da circa un mese. Stando a quanto riportato dall'Agenzia di stampa nigeriana Nan le vittime sono state rilasciate tre settimane fa, ma sono rimaste sotto custodia delle forze di sicurezza per accertarne l'identità.Le autorità hanno precisato che sono ancora 20 i ragazzi in mano ai Boko Haram. Le donne e i bambini rilasciati rimarranno a Damaturu, capitale dello Stato di Yobe, perchè il loro villaggio, Katarko, è ancora nelle mani degli islamisti e nell'area sono in corso operazioni militari.